HORIZON2020, strumento per l’innovazione italiana

Lo scorso 7 febbraio l'on. Cancian ha ospitato al Parlamento Europeo la conferenza 'Horizon2020 ed il suo impatto sul sistema ricerca nazionale', promossa in collaborazione con la Rappresentanza Permanente d'Italia presso l'UE. All'incontro hanno partecipato, tra gli altri, il Ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca Francesco Profumo, l'Ambasciatore Ferndinando Nelli Feroci, la Presidente e la Vice Presidente della Commissione ITRE Amalia Sartori e Patrizia Toia.
L'incontro è stato un momento di approfondimento del dossier Horizon 2020 in vista delle negoziazioni che vedranno coinvolti il Consiglio ed il Parlamento Europeo nella definizione delle politiche di ricerca ed innovazione comunitarie nel periodo 2014-2020. "L'Italia soffre di una ridotta capacità di accesso e sfruttamento dei fondi messi a disposizione dall'Unione Europea per la Ricerca - ha spiegato il Ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca Francesco Profumo - Sul VII Programma Quadro, a fronte di un contributo totale dell'Italia al finanziamento dello stesso pari circa al 14%, lo sfruttamento è stato solo dell'8% circa. In sostanza perdiamo ogni anno circa 500 milioni di Euro che in 7 anni ammontano a una manovra di cospicue dimensioni. A fronte di questa situazione, il Ministero è impegnato in una robusta azione di recupero della competitività del sistema della ricerca italiana nel contesto internazionale, con particolare riferimento agli indirizzi di priorità espressi dalla Commissione Europea attraverso la strategia Horizon2020."

Condividi Consiglia ad un amico